L’eclettico scrittore realizza un romanzo tanto conciso quanto incredibile

 

Chi è Guernica

Data di uscita: 2000

Autore: Carlo Lucarelli

Editore: Einaudi

Personaggi principali: Il Capitano degli Innocenti ed il suo attendente, l’indimenticabile doppiogiochista Filippo Stella

Ce l’abbiamo avuta tutti una professoressa radical chic che pensa di insegnarti la vita e la cultura assieme.

A me, a parte un votaccio ad un tema in cui le facevo notare che non ero concorde col suo ottimo giudizio su un film di Salvatores ( ma di questo parleremo un’altra volta) , ha lasciato Guernica, romanzo noir Di Carlo Lucarelli.

Vi starete serenamente domandando “e che è?”

Ve lo dico io: è un ottimo regalo di Natale: economico, interessante, breve e scritto da otto e mezzo su dieci.

Guernica è un bellissimo noir che porta l’omonimo titolo del capolavoro indiscusso ed insuperato di Pablo Picasso. Era un romanzo breve già scritto e finito dello stesso Lucarelli, ma l’editore, in barba ad ogni regola, gli chiede di ripubblicarlo. Lucarelli accetta, ma ad una condizione: cambiargli completamente il finale.

I protagonisti sono due italiani, diametralmente opposti tra loro come esseri umani, ma entrambi al servizio della parte franchista. Esatto, sì, siamo in quel periodo storico.

I due sono alla ricerca di un cadavere, ma un cadavere veramente strano dato che riesce a mozzare la testa alle persone durante il proprio cammino.

“Chi è il lupo il diavolo nero che sparge intorno a sé puro terrore? Perchè fugge verso Guernica, come risucchiato da una calamita?”

I nostri stanno cercando un morto o un vivo?

Lasciatevi ingoiare dal surrealismo di questo libro tutto follia e suspence. Non so a voi, ma a me Natale non è mai andato troppo giù. Quale modo migliore di santificare le feste se non farsi un regalo alternativo, ma estremamente stimolante?

Perche leggere Guernica

Guernica è un romanzo nero, fatto con i controcavoli, già questo dovrebbe bastarvi.

La frase per me topica e rimastami impressa è quella del coronel, che esclama: “Donde estan tus companeros comunista” mentre una bolla nera di saliva esce dalla bocca del malcapitato sotto il suo tiro.

Guernica di Lucarelli è crudo, salato , vi stupisce, v’appassiona, v’inghiottisce. Parla di politica e non ne parla, vi lascia tutto il sapore del romanzo noir, ma in chiave surrealista e tutto questo in uno spazio di scrittura talmente breve, che un plauso a Lucarelli va dato veramente tutto

A chi assomiglia

a Nessuno, dovete leggere Guernica

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS